Un nuovo romanzo in uscita a maggio!

09.04.2021

A distanza di oltre sei anni dall'uscita di "Quella Notte il Vento" sono in procinto di pubblicare il mio quarto romanzo e, credetemi, non so come far passare le poche settimane che mancano, ormai, alla pubblicazione.

Quella visibile qui sopra e in homepage è un'anteprima della copertina, che è in fase di revisione finale. Si intravede un bosco e le due protagoniste di questa storia per la quale mi auguro un destino particolare... di cui parlerò in seguito.

L'immagine che fa da sfondo a questo post è invece l'incavo di un vecchio castagno, un luogo reale prestato alla mia storia, fotografato in un castagneto in Toscana.

Ed ecco qui un estratto dalla sinossi:

Ogni scrittore scrive non solo per se stesso e per il gusto di farlo, ma per il Lettore: la sottile presenza, specchio della propria passione per le Storie, che abita la parte più profonda dei suoi pensieri, mentre scrive. La promessa che lo lega a lui, e che fa di tutto per mantenere, è una sola: Vieni con me, e dimenticherai chi sei e dove ti trovi.

Per un bel po' ho creduto che questo fosse un racconto, ma Sara e Alice hanno portato via me, con loro, e a un tratto mi sono accorta, con un certo stupore, che per rendere loro giustizia stavo scrivendo un romanzo. Le due bambine che popolano questa storia di piccole avventure e grandi sogni sono entrambe un fedele riflesso di alcuni lati del mio carattere - proprio quelli che mi stavano preparando, prima ancora che ne fossi consapevole, a diventare scrittrice - e mi sono divertita moltissimo a ripiombare a quell'età, sapendo quel che so ora, ovvero che tutte le ore passate a leggere, a interrogare adulti e vocabolario, a costruirmi intorno mondi fantastici che terminavano, in apparenza, nella mente, ma che riuscivano in qualche modo a sovrapporsi alla realtà, avevano uno scopo: quello di rendermi capace, un giorno, di scrivere libri veri.

Perciò, caro Lettore, per una volta non ho pensato a te, ma a me stessa, e non ho la più pallida idea se una storia in cui il fantastico è soprattutto un modo di raccontarsi la realtà di tutti i giorni, piuttosto che la realtà stessa, saprà catturarti e portarti via così com'è accaduto a me.

Io, francamente, lo spero con tutto il cuore, e per questo ti auguro, come sempre...

Buona lettura.


© 2017 by Rossella Romano - Tutti i diritti riservati.
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia