Frutti di Halloween.... ma non sono zucche!

06.11.2018

Indubbiamente Ottobre è un mese affascinante, quello in cui l'autunno comincia a fare sul serio e in cui streghe e fantasmi invadono la nostra vita.

Ispirate dalla lugubre atmosfera ottobrina io e la mia amica scrittrice Claudia Piano abbiamo dato alle stampe due storie di Halloween, una ciascuna.

Claudia ha appena pubblicato un racconto dal titolo "La Casa delle Streghe", un episodio autoconclusivo che prestissimo, conoscendola, diventerà un romanzo. Si tratta dell'inizio della storia di Melissa - il nome mi fa impazzire - una streghetta tredicenne che vive in una comune di streghe sulle colline. Insieme a lei la nonna Ortensia, un piccione - Tarassaco, in realtà un famiglio - più efficace, nel tenerla d'occhio, di un localizzatore GPS, uno stregone in erba - Crisantemo, Cris per gli amici - e un'amica del cuore, Erica, con la quale dividere i segreti da strega. Con la compagna Mel frequenta una normale scuola media e stanotte si troverà alle prese con una festa di Halloween che, paradossalmente, deve la sua stranezza al fatto di essere, appunto, solo una festa fra ragazzi senza nulla di magico... O no?

Clicca sulla copertina per leggere l'anteprima online!

Come al solito tanto è vicino il nostro modo di vivere la scrittura, tanto è lontano il tono dei nostri scritti: con qualche giorno di ritardo rispetto al canonico 31 Ottobre ho appena pubblicato "Io, l'Olandese Volante", un cupo racconto horror in cui, nella mia intenzione, verremo catapultati sul vascello fantasma per eccellenza, nella mente del suo lugubre capitano. Ho usato come base una delle tante varianti della leggenda classica e i miei ricordi di bambina: la prima volta in cui sentii parlare dell'Olandese Volante fu in una storia di Topolino, alla fine degli anni Settanta (o inizio Ottanta), che mi lasciò un'impressione profonda e indelebile. Un brivido "antico", a tutti gli effetti.

Spero accogliate il nostro invito, mio e di Claudia, perché un bel racconto d'atmosfera è un ottimo amico per una serata autunnale... 

Buona lettura.